vincenzo schino

nasce a Bari nel 1977.Dopo aver compiuto studi artistici, nel 2002 consegue la laurea di Belle Arti in Scenografia. Contemporaneamente frequenta una scuola/laboratorio biennale sul lavoro dell’attore al Teatro Abeliano di Bari ed entra a far parte della compagnia giovane del teatro. Lavora in varie produzioni tra cui “Odissea” adattamento e regia di Franco Damascelli; “Prima della poesia”, regia di Rocco Capri Chiumarulo, di Terrae; “Verso Itaca”, regia di Riccardo Caporossi, di Terrae.Frequenta seminari con maestri italiani e stranieri tra cui Jurij Alschitz, Mace Perlman, Vincent Lounguemare, Francesco Manetti, Massimiliano Farau, Gabriella Schiavone, James Slowiak e Jairo Cuesta.Nel 2001 inizia a dare forma alla propria ricerca lavorando come attore, regista, scenografo e costumista alla sua prima opera “mo_nò (woyzeck?)”. Nell’anno 2002/2003 frequenta il corso superiore per attori “Imparare è anche bruciare” diretto dal Teatro Valdoca ed Emilia Romagna Teatro Fondazione (fra i docenti Raffaella Giordano, Danio Manfredini, Gabriella Bartolomei).

Nell’anno 2003/2004 lavora come attore nello spettacolo “Imparare è anche bruciare” del teatro Valdoca.

Nello stesso anno partecipa in qualità di ospite al festival Crisalide 2003 “Felix Culpa” di Masque Teatro.

Nel 2004 lavora come attore, fonditore ed assistente architetture e ambienti, per l’opera “Davai” di Masque Teatro.

Nel 2005 collabora come aiuto regista di Cesare Ronconi, al secondo progetto/scuola di Emilia Romagna Teatro Fondazione e Teatro Valdoca “Ero bellissimo, avevo le ali” (fra i docenti Roberto Castello, Michele Abbondanza e Antonella Bertoni).

Nel 2005 lavora come attore e aiuto regista per lo spettacolo “Canto di Ferro” seconda parte della trilogia “Paesaggio con fratello rotto” di Teatro Valdoca.

 

Nel 2005 partecipa alla performance “L’invisibile corpo dell’oggetto” diretta da Mirko Sabatini e presentata al festival internazionale di musica “Angelica”.

Nel 2005 crea la compagnia vincenzo schino che dal 2006 collabora con il progetto Officina Valdoca.

Da gennaio 2010 la compagnia vincenzo schino cambia il nome in Opera.

 

sito www.operaweb.net