sonia bergamasco

Comincia giovanissima lo studio della musica. Diplomatasi in pianoforte presso il Conservatorio di Milano, si iscrive alla Scuola di Teatro diretta da Giorgio Strehler. Nel 1990 debutta a teatro nell’Arlecchino dei giovani. Lavora successivamente con Massimo Castri,  T.Terzopoulos; con Carmelo Bene, nel corso di un anno e mezzo di “ricerca”, interpreta il ruolo della Fatina nell’ultima edizione teatrale e televisiva del Pinocchio.
E’ interprete e regista di Giorni in bianco, monologo tratto dal racconto “Il trentesimo anno” di I.Bachmann.
Nel 1994 debutta al cinema con “D’estate” di S.Soldini, nel 2000 è la protagonista di L’amore probabilmente di G.Bertolucci. Nel 2002 interpreta Amorfù, regia di E.Piovano, ed è tra i protagonisti del film in due parti La meglio gioventù, di Marco Tullio Giordana.
Di pari passo con l’attività teatrale e cinematografica, si intensifica e si intreccia quella musicale, in qualità di voce recitante-cantante. Si dedica alla ricerca di una scrittura vocale che ponga lo “strumento voce” al centro dell’indagine creativa, in  collaborazione con il Maestro Azio Corghi, creando delle vere e proprie “partiture vocali”.