Bruno Coli

BRUNO COLI

Bruno Coli è nato a Genova nel 1957. Studia, dopo un inizio da autodidatta, con Mauro Balma, approfondendo le conoscenze della composizione contemporanea. Nello stesso periodo inizia a comporre musiche di scena. Per questo particolare lavoro gli saranno utilissime le esperienze fatte al fianco di Gino Negri, come allievo e assistente in numerose occasioni . I primi spettacoli per cui lavora, a Genova, sono legati all’ambiente universitario (L’Accordo di Brecht, per il Centro Universitario Teatrale) o a piccole ma importanti compagnie off come il Teatro Laboratorio, per il quale compone la musica di moltissimi spettacoli, da La Mandragola di Machiavelli per la regia di Giuliana Manganelli a L’Architetto e l’Imperatore di Assiria per la regia di Vito Malcangi. Contemporaneamente scrive le musiche di scena de I Due Gemelli Rivali e La Brocca Rotta con Lina Volonghi, regia di Marco Sciaccaluga, per il Teatro Stabile di Genova.

In seguito lavora con il Teatro Stabile di Torino e altre importanti compagnie teatrali italiane, componendo le musiche per spettacoli come Le Astuzie di Scapino – Teatro Stabile di Torino – settore ragazzi – regia di Franco Passatore, Il Gioco delle Parti con Alberto Lionello, Filumena Marturano con Valeria Moriconi, entrambi per la regia di Egisto Marcucci Fiore di Cactus con Andrea Giordana e Ivana Monti, regia di Giorgio Albertazzi, Il Malato Immaginario con Turi Ferro (anche regista, con il figlio Guglielmo) e Il Borghese Gentiluomo con Ernesto Calindri, per la regia di Filippo Crivelli.

Tra gli altri spettacoli si ricordano: La Nostra Anima di Savinio (Festival di Spoleto 1991) con Valeria Moriconi e La Donna Serpente – regia di Egisto Marcucci; La Cena dei Cretini con Enrico Beruschi – regia di Filippo Crivelli; La Luna degli Attori con Giorgio Albertazzi e Anna Proclemer – regia di Tonino Pulci.

Numerose le produzioni per il Gruppo della Rocca, tra cui Turandot di Brecht, Le Preziose Ridicole di Molière e Rinoceronti di Jonesco – regie di Roberto Guicciardini; Un Re in Ascolto di Calvino e Le Interviste Impossibili – regie di Oliviero Corbetta; Infine Scapino! – regia di Filippo Crivelli.

Negli anni Ottanta inizia una lunga e proficua collaborazione con il Teatro della Tosse di Genova. Si ricordano Storia Vera di Piero d’Angera di Dario Fo – regia di Tonino Conte; Il Frigorifero di Copi e La Biscazziera di Susanne Centelivre – regia di Nicholas Brandon; I Paladini di Francia di Emanuele Luzzati – regia di Enrico Campanati; La Famiglia Mastinu di Alberto Savinio – regia di Egisto Marcucci; Dodici Cenerentole in cerca d’autore – regia di Filippo Crivelli. Per lo stesso regista compone in seguito le musiche de Il Conte Chicchera (operina composta su un vecchio libretto di Goldoni) e di Voilà Labiche! . Nel 1999 scrive il musical per ragazzi Esopo Opera Rock, libretto di Stefano Curina, regia di Sergio Maifredi. Lo spettacolo da allora continua ad essere replicato ogni anno, attirando migliaia di giovani spettatori. Lo stesso anno segna il suo debutto cinematografico. È infatti co-autore (con Ennio Morricone) delle musiche del film per la tv Nanà, diretto da Alberto Negrin.

A questo seguono, negli anni recenti, le musiche di tre balletti composti per la Compagnia di Danza del Teatro Nuovo di Torino; gli spettacoli Anfitrione di Plauto e Antigone di Sofocle – regia di Adriana Innocenti, e Trappola per Topi di Agatha Christie – regia di Stefano De Luca. Nell’estate del 2001 va in scena, a Milano, al Teatro Filodrammatici, la sua opera Didone Abbandonata, libretto di Pietro Metastasio integralmente rimusicato per i neo diplomati dell’Accademia dei Filodrammatici, regia di Sergio Maifredi. Nello stesso anno è autore delle musiche di scena per Ninotchka, con Claudia Koll e la regia di Crivelli, a cui seguiranno Il Racconto d’Inverno di Shakespeare con Giulio Brogi e Pamela Villoresi – Teatro Stabile di Palermo – regia di Roberto Guicciardini, Funny Money, per la regia di Patrick Rossi Gastaldi e l’interpretazione di Marco Columbro e It had to be you, con Mario Zucca – regia di Oliviero Corbetta.

Negli ultimi anni si è anche assiduamente dedicato a laboratori di teatro integrato, con compagnie che riuniscono, allo scopo di favorirne l’integrazione, ragazzi disabili e normodotati. Gli esiti di questo lavoro sono stati quattro musicals messi in scena con la collaborazione del Teatro di Genova. Si tratta de Il Congresso degli Uccelli, L’Isola ke non c’è , Storie di Gatti e di Gabbiani, per la regia di Sandro Baldacci e de L’Anima Buona del Pianeta Sezuan regia di Mauro Pirovano e Mirco Bonomi. Testi delle canzoni di Stefano Curina .Nella stagione 2003 – 2004 va in scena, all’Auditorium del Teatro Carlo Felice di Genova una sua operina per bambini intitolata Opera Magica con libretto di Fabrizio Gambineri e regia di Enrico Campanati.

E’ inoltre autore di molte musiche composte per la televisione e per la radio (RAI). E’ stato ideatore, regista e conduttore di trasmissioni musicali di radiouno (La Cucina delle Note e Tutto fa Musica).

Da qualche anno collabora, tenendo lezioni e laboratori sul teatro musicale, con il Dipartimento Arte Musica e Spettacolo (DAMS) dell’Università di Genova, con sede a Imperia.